Agenda Diocesana
  aprile 2017  
D L M M G V S
      
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
      
News in evidenza
  • 09/04/2017
    SANTA PASQUA 2017
  • 20/02/2017
    SEGNI DEI TEMPI

    nuovo numero mese di aprile

  • 09/04/2017
    VIA CRUCIS DEI GIOVANI 2017
VIII Sinodo

Il Sinodo diocesano è l'assemblea dei presbiteri, dei chierici e dei fedeli di una Chiesa particolare, convocata e presieduta dal Vescovo per riflettere su se stessa, sulla propria identità, sulla sua fedeltà a Cristo, per riscoprirsi, rinnovarsi, riformarsi, e riprendere il proprio cammino in una più perfetta unione con le Chiese sorelle e con la Chiesa cattolica.
Il primo Sinodo diocesano celebrato in Occidente sarebbe stato tenuto a Roma nel 386 dal papa san Siricio.

Un Sinodo (alla lettera “fare cammino insieme”) per la Chiesa flegrea è un momento assai significativo per rilanciare la vita cristiana ed ecclesiale all'inizio del terzo millennio. Si può a ragione ritenere un evento di grazia, di portata profetica, la cui rilevanza s'innesta non solo nel cammino della Chiesa apostolica flegrea, ma nel tessuto vivo di tutta la Chiesa cattolica.

Come evento di Chiesa, il Sinodo è altresì un momento di grande vitalità ecclesiale, in quanto la realtà locale è chiamata ad attivarsi nelle sue strutture, nelle sue componenti e dimensioni, nella sua vicenda e nel suo percorso di vita. Insieme, però, un Sinodo è evento rivelatore della più intima realtà della Chiesa, la cui vocazione-missione è rappresentata e realizzata in questo vero e proprio evento di comunione ecclesiale.

Nella rinnovata sensibilità promossa dal Concilio ecumenico vaticano II, anche se il Sinodo non è la Chiesa , né realizza totalmente la sua essenza, tuttavia corrisponde alla Chiesa secondo la sua natura e fa parte della sua realtà vitale. Raffigura plasticamente, infatti, il popolo di Dio pellegrino, in cammino attraverso la storia, i cui membri si rapportano tra loro come membra di un unico corpo.

La convocazione di un Sinodo flegreo non si registrava dall'anno 1884, durante l'episcopato di mons. Gennaro De Vivo (1876-1893). Il nuovo appello sinodale ai cristiani del terzo millennio non vuol essere, tuttavia, un mero recupero di un ritardo storico, quanto una necessità che promana dalla natura stessa della Chiesa e, per il territorio flegreo, un'occasione per recuperare e diffondere il “progetto pastorale”, lanciato a metà degli anni Ottanta, e ripreso all'inizio degli anni Novanta del secolo che si è appena concluso.

Il cammino triennale di preparazione all'assise sinodale (dal 2002 al 2005), proposto a coloro che professano la fede cristiana a Pozzuoli nel terzo millennio, ma aperto al dialogo con ogni membro e componente della società civile, risulta perciò assai significativo per cominciare a realizzare, fin da ora, la “verità” dell'evento sinodale e, soprattutto, per riqualificare alla luce del Vangelo certune strategie pastorali “stanche” o frammentate.

Tutto questo comporta un comune sforzo dei presbiteri, dei laici e delle persone di vita consacrata, per armonizzare le differenze – la differenza non pregiudica la comunione, anzi ne esprime la ricchezza – e ridurre le distanze, appianare le contrapposizioni, comporre gli eventuali conflitti, rispondendo generosamente alla chiamata del Vescovo al profondo rinnovamento della vita ecclesiale.

Link utili
Diocesi di Pozzuoli - Copyright © 2014 - powered by FS Consulenza Informatica