Le News

GIORNATA MONDIALE DEL MIGRANTE E DEL RIFUGIATO

La Chiesa celebra la Giornata Mondiale dei Migranti e dei Rifugiati dal 1914. È sempre un'occasione per esprimere preoccupazione per molte persone vulnerabili in movimento; pregare per le sfide e aumentare la consapevolezza sulle opportunità offerte dalla migrazione.
Per il 2019, Papa Francesco ha scelto il tema "Non si tratta solo di migranti" per mostrare i nostri punti ciechi e assicurarsi che nessuno rimanga escluso dalla società; che sia un residente di lunga data o qualcuno appena arrivato.
Non si tratta solo di migranti è il ritornello che scandisce il Messaggio per la Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato 2019, un ritornello che ci ricorda che quando si par-la degli altri si parla anche di noi stessi. Non c’è, infatti, un io senza un tu, non c’è esistenza umana se non nell’ambito della relazione con gli altri, non c’è esperienza di fede autentica e di appartenenza ecclesiale se non all’interno di re-lazioni comunionali. Non si è veramente uma-ni, dunque, se qualcosa che riguarda l’essere umano non ci tocca più o, peggio, suscita in noi durezza, ostilità, chiusura.
Papa Francesco, nel suo messaggio per la 105a Giornata Mondiale del Migrante e del Rifugiato, intende sottolineare che i suoi ripetuti appelli a favore dei migranti, dei rifugiati, degli sfollati e delle vittime della tratta devono essere compresi all’interno della sua profonda preoccupazione per tutti gli abitanti delle periferie esistenziali. L’affamato, l’assetato, il forestiero, l’ignudo, il malato e il carcerato che bussa oggi alla nostra porta è Gesù stesso che chiede di essere incontrato e assistito.

Preghiamo insieme per aiutare a superare la paura con speranza!

Migrantes Diocesi di Pozzuoli